Numero verde attivo dal lunedì alla domenica 800.94.54.84 oppure Scrivici

IBM sceglie Mac per abbattere il TCO (Total Cost of Ownership) del comparto IT

Pubblicato : 23/02/2021 14:57:23
Categoria : Business to Business , Novità

Fletcher Previn, CIO di IBM, afferma che per ogni dispositivo Mac acquistato da IBM per la sua forza lavoro, l'azienda risparmia da $ 273 a $ 543 (a seconda del modello), rispetto al TCO di PC comparabili in un periodo di quattro anni.

Il TCO: Total Cost of Ownership

Non sorprende che, oggi, le esigenze dell'infrastruttura tecnologica di un'impresa si evolvano più velocemente che mai. Poiché l'IT gioca un ruolo così fondamentale nell'abilitazione della trasformazione digitale, la funzione IT si è trasformata da puramente di supporto a fungere da promotrice del cambiamento.

In questo nuovo contesto, è importante interrogarsi sul modo in cui concepiamo l'infrastruttura tecnologica.

È sbagliato pensare che i costi IT finiscano al momento dell'acquisto. L'acquisto iniziale è solo una frazione del costo totale che le aziende dovrebbero considerare.

In effetti, la ricerca mostra che il prezzo base di un PC rappresenta in genere meno del 50% del suo costo totale di proprietà (TCO - Total Cost of Ownership), con distribuzione, supporto, manutenzione, gestione e altri costi che rappresentano il saldo.

Senza valutare il TCO, a lungo termine può essere difficile comprendere i costi reali delle apparecchiature IT. Diamo quindi un'occhiata al TCO, al fine di ripensare a quali elementi della spesa IT aziendale dovrebbero essere controllati con la massima attenzione.

Se definiamo il TCO come il costo totale di acquisto, utilizzo e mantenimento di un'infrastruttura IT nel tempo, i calcoli completi del TCO dovrebbero includere una combinazione di costi diretti (hardware, software, supporto, amministrazione, ecc.) e costi indiretti (operazioni dell'utente finale, tempi di inattività, ecc.).

La spesa IT, quindi, diventa un atto di bilanciamento tra hardware, software e servizi e gestione dell'ecosistema, che gioca un ruolo importante nella riduzione dei costi.

Altre considerazioni dovrebbero comprendere la distribuzione, il supporto, la manutenzione, la gestione e una serie di vantaggi "soft" relativi a produttività, prestazioni e acquisizione di talenti.

IBM sceglie Mac, perché conviene

L'esperienza di IBM, che ha dato la possibilità ai suoi collaboratori di scegliere i dispositivi con cui lavorare, ha portato all'adozione di 134.000 Mac, 90.000 iPhone e 40.000 iPad.

Fletcher Previn, CIO di IBM, afferma che per ogni dispositivo Mac acquistato da IBM per la sua forza lavoro, l'azienda risparmia da $ 273 a $ 543 (a seconda del modello), rispetto al TCO di PC comparabili durante una durata di quattro anni.

Sì, il costo iniziale per Mac potrebbe essere superiore a quello di un PC, ma anche il valore residuo del primo è più alto, oltre a:

  • Sfruttare Apple Business Manager e un'affidabile soluzione di gestione dei dispositivi mobili (MDM - Mobile Device Management), come Mosyle, per semplificare il deployment e risparmiare sui costi iniziali
  • Costi di supporto ridotti grazie all'affidabilità dell'hardware oltre a minori richieste di help desk
  • Sicurezza avanzata e integrata sulla piattaforma
  • Sistema operativo gratuito con costanti aggiornamenti delle funzionalità e della sicurezza
  • Gestione del ciclo di vita: sfruttando il lungo ciclo di vita e le prestazioni del Mac o traendo vantaggio dagli elevati valori di trade in

Non solo IBM 

Le esperienze relative al TCO di Mac rispetto a PC  sono molte numerose negli Stati Uniti, dove numerosi studi dimostrano che il TCO di un Mac è inferiore dal 15 al 30% (a seconda del gruppo di utenti) rispetto ai sistemi PC.

Inoltre, c'è un risparmio medio nella spesa di supporto per utente fino a $ 205 in tre anni, con fino all'80% in meno di ticket di supporto Mac.

Per arrivare ai "costi reali", è importante porre le giuste domande sui costi iniziali, su come sono supportate le piattaforme e su cosa è necessario fare per aumentare l'efficienza operativa all'interno del proprio ambiente specifico.

Le domande da porsi prima di investire nel comparto IT

Insomma, se semplifichiamo la situazione a una scelta tra Mac e PC:

  • Una soluzione per Mac con configurazione standard funziona allo stesso livello di una soluzione per PC con configurazione standard o le supera?
  • Hai esaminato i costi di acquisizione se avessi un mix di soluzioni Mac e PC nel tuo ambiente?
  • Sai quanto costa davvero il supporto, quando confronti Mac e PC, in termini di tipo di problema, numero di ticket di supporto, tempo per la risoluzione e potenziale di auto-aiuto?
  • Hai monitorato il tempo necessario per assegnare i ruoli e distribuire ogni computer Mac e PC?
  • In che modo il ciclo di vita dell'aggiornamento dell'hardware differisce tra Mac e PC?
  • Qual è la differenza nel valore di permuta tra Mac e PC?

Conclusione

Il Gruppo Med ti fornisce un'analisi professionale approfondita del TCO perché crediamo che le aziende otterranno risparmi significativi durante l'intero ciclo di vita passando a un programma aziendale Apple.

Fermati e pensa all'esperienza dei costi nel tuo ambiente. Se vuoi scoprire alcuni numeri reali, contatta il Gruppo Med oggi stesso. 

Scrivi a business@medstore.it per fissare un appuntamento con un nostro esperto.

Potrebbe interessarti anche: iPhone, iPad e Mac pronti all'uso con Apple zero-touch

Condividi questo contenuto

Seguici su Facebook

Canale YouTube

PayPal