Numero verde attivo dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00 800.94.54.84 email info@medstore.it

IPAD E WEBCAM PER LA SCUOLA E IL LAVORO DIGITALE

Pubblicato : 07/05/2020 16:10:56
Categoria : Curiosità , Med Store

Dall'inizio del lockdown i prodotti più richiesti dai clienti dei due negozi Med Store in provincia di Ravenna, operativi dentro ai centri commerciali Esp di Ravenna e Maioliche di Faenza, sono stati tablet e webcam. Beni di prima necessità in tempi di Smart Working, didattica a distanza e video-aperitivi.

"La scuola e il lavoro sono stati i due macromondi più coinvolti dalle esigenze di tecnologia in questo periodo - commenta Stefano Parcaroli, direttore generale del gruppo che vende prodotti Apple -. I profili più comuni tra la clientela sono stati lavoratori che avevano bisogno di essere operativi in mobilità, insegnanti che dovevano tenere lezioni online e studenti che dovevano seguire le lezioni. Fornire soluzioni in mobilità è da sempre il nostro punto di forza. L'iPad è stato il dispositivo che meglio ha incontrato le esigenze di tutti. Poi le telecamere per chi magari aveva già un computer che non ne era provvisto".

Tra le proposte di Apple ci sono anche dotazioni di software che consentono di mettere una pezza su alcuni aspetti emersi nella didattica a distanza: "Come si fa a essere sicuri che lo studente sia seguendo la lezione e non stia guardando un video su youtube? Se lo sono chiesti in tanti. Esistono programmi che permettono al docente, per il periodo della lezione, di comandare gli schermi degli alunni in modo che possano vedere solo e soltanto quello che trasmette. Non c'è certezza di avere l'attenzione ma è già un passo avanti".

E il rapporto tra scuole e Med Store era già attivo prima dell'epidemia: "Forniamo dispositivi in diversi istituti che ci hanno contattato, sia come scuole ma anche come singoli docenti che ci conoscevano".
Vendere prodotti di tecnologia in questo periodo è stata una sfida nella sfida: i decreti li hanno valutati come beni di prima necessità ma l'invito a spostarsi meno possibile rendeva più difficile per tutti raggiungere i punti vendita. Med Store ha rivisto la sua organizzazione: "I negozi sono rimasti chiusi una decina di giorni nel momento più critico per ragioni di sicurezza e da subito abbiamo spostato più possibile il nostro servizio online: abbiamo creato un numero verde di assistenza telefonica e abbiamo attivato un servizio di corrieri per il ritiro a domicilio di prodotti da riparare". Oltre a questo anche video e webinar quasi quotidiani sulle pagine Facebook per dare informazioni e consigli: "L'interesse è stato alto perchè tutti si sono dovuti un po' reinventare per adattarsi alle esigenze del periodo".

Infine il capitolo aziende, diverse quelle del territorio ravennate che si appoggiano alla catena Med Store: "Questa epidemia ha fatto vedere anche alle aziende piccole quanto può essere utile la tecnologia per vendere di più e ridurre gli sprechi. Adesso il passaggio successivo è fare attenzione alle questioni di sicurezza".

(Articolo tratto dal numero 861 del settimanale Ravenna & Dintorni)

Condividi questo contenuto

Seguici su Facebook

Canale YouTube

PayPal